fbpx

Estintori antincendio: cosa sono, cosa contengono e come sceglierli

Gli estintori d’incendio sono i dispositivi di protezione attiva più conosciuti, nonché i mezzi di primo intervento a cui, in caso di emergenza, si ricorre più frequentemente e con maggiore facilità. Questi particolari dispositivi, infatti, se adoperati tempestivamente e in maniera corretta, si dimostrano estremamente efficaci nel domare un qualunque principio di incendio.

Un estintore, purché regolarmente funzionante, è dunque considerato uno strumento ormai imprescindibile se si desidera garantire un’adeguata sicurezza sui luoghi di lavoro e, più in generale, all’interno di un qualunque edificio. Un estintore d’incendio è formato da un corpo metallico a forma di bombola, da un tubo flessibile (detto manichetta) da cui fuoriesce l’agente estinguente contenuto all’interno dell’apparecchio e da una valvola che consenta di regolare l’intensità e il flusso della sostanza prescelta. In commercio esistono però molteplici modelli e diverse tipologie di estintori antincendio. Come scegliere, allora, quello più adatto alle proprie esigenze?

Estintori antincendio: le diverse tipologie e come classificarli 

Scegliere una determinata tipologia di estintore, che sia per il proprio ufficio o il proprio immobile, è un processo talvolta lungo, perché i fattori di cui tenere conto sono tanti e diversi.

Come accennato, esistono vari tipi di estintori, e ognuno di essi è stato pensato e progettato per essere impiegato in una situazione specifica in base alle caratteristiche che gli appartengono. Classificare le diverse tipologie di estintori significa individuare queste caratteristiche e distinguere principalmente in base: alla loro capacità estinguente, al peso, alla sostanza estinguente impiegata e alla classe di fuoco a cui risultano generalmente associati. La tipologia di incendio e la natura delle fiamme ipotizzabili sono infatti i due elementi che più di ogni altro dovrebbero guidare nella scelta di un estintore antincendio. 

Due diverse famiglie: estintori portatili ed estintori carrellati 

La prima, e sicuramente più lampante, caratteristica utile a classificare i diversi tipi di estintore riguarda il loro peso. Riferendosi al loro peso, e di conseguenza alla loro capacità, è possibile distinguere tra:

  • Estintori portatili
  • Estintori carrellati

Gli estintori portatili, progettati per spegnere fuochi di modesta entità, sono piccoli, leggeri e di conseguenza semplici da adoperare. Possono pesare fino a un massimo di 20 kg e, di norma, vengono utilizzati da un’unica persona durante le operazioni di spegnimento fiamme.

Gli estintori carrellati, invece, possiedono una capacità di gran lunga maggiore rispetto ai precedenti: possono contenere fino a 150 litri o chili di sostanza estinguente e pesare tra i 20 e i 150 kg. Per questa ragione, questa tipologia di estintori viene posizionata su una struttura metallica dotata di ruote che possa agevolarne il trasporto.

Gli agenti estinguenti: cosa c’è all’interno di un estintore? 

È possibile distinguere gli estintori antincendio anche in base a un altro principio, tenendo conto, in questo caso, delle diverse sostanze che possono essere contenute al loro interno.

Le sostanze estinguenti, o, se si preferisce, gli agenti estinguenti, sono sostanze chimiche o naturali che grazie alle loro proprietà intrinseche consentono di disinnescare un incendio mediante soffocamento, raffreddamento o reazione chimica. Più precisamente, parlando di sostanze estinguenti, ci riferiamo a:

  • Acqua
  • Schiuma (Ovvero: una miscela di acqua, liquido schiumogeno e aria)
  • Polvere (Si tratta di diverse particelle chimiche, solide e finissime che vengono combinate insieme. Di norma, i composti chimici da cui si originano sono: bicarbonato di sodio o di potassio, solfato di ammonio fosfati, in genere addizionati da sali organici che ne migliorino l’efficacia) 
  • Anidride carbonica
     

    In base al liquido o al composto presente al loro interno, gli estintori potranno essere classificati in:

  • Estintori idrici 
  • Estintori a schiuma
  • Estintori a polvere
  • Estintori a CO2

 

Estintori antincendio e classi di fuoco 

L’esistenza di differenti soluzioni estinguenti si deve al fatto che diverse, naturalmente, possono essere anche le tipologie di incendio. Un incendio differisce dagli altri per via del tipo di materiale da cui le fiamme traggono origine e delle caratteristiche dell’ambiente in cui esso divampa. Di conseguenza, anche per gli incendi è possibile operare una catalogazione e individuare cinque diverse classi di fuoco:

  • Classe A: Comprende i fuochi generati da combustibili solidi (legno, carta, materiali tessili ecc.), ad esclusione dei metalli.
  • Classe B: Vi rientrano i fuochi generati da liquidi (alcol, oli, solventi e benzine) e solidi liquefatti.
  • Classe C: Classe che identifica i fuochi generati da combustibili gassosi.
  • Classe D: Identifica i fuochi che hanno origine da metalli combustibili.
  • Classe F: Si riferisce ai fuochi generati da oli e grassi in cottura.

Questa classificazione è estremamente utile perché, al fine di ottenere un risultato ottimale e di salvaguardare l’incolumità di persone e ambienti, è previsto – o comunque altamente consigliato – che per ciascuna classe di fuoco venga impiegato un preciso agente estinguente, e quindi un preciso estintore, così come schematizzato nella tabella che segue.

Riassumendo e semplificando, si ritiene che un estintore a schiuma sia il più indicato per contrastare gli incendi di classe A, al pari di un estintore idrico, e di classe B; un estintore a CO2 potrà essere impiegato su fuochi di classe B e di classe C. Un estintore a polvere, da ultimo, rappresenta il supporto più versatile e più utile per fronteggiare una qualsiasi tipologia di incendio in situazioni di emergenza.

 

Installazione e collaudo estintori: affidati a un professionista qualificato 

L’installazione, la manutenzione e il collaudo degli estintori antincendio devono essere effettuati da personale qualificato, così come stabilito dalla legge.

Desideri ricevere maggiori informazioni sugli estintori antincendio? Contattaci compilando il modulo di contatto al seguente link.

I tecnici specializzati del gruppo SOPRANCIODUE ti guideranno e supporteranno nella scelta dell’estintore più adatto a soddisfare le tue esigenze.